Festa dell’Immacolata all’Oratorio – Sabato 7 dicembre 2019

Festa! È l’Immacolata” è l’evento che l’Oratorio Salesiano Belvedere di Vercelli organizza per SABATO 7 DICEMBRE 2019 dalle ore 18.00 alle 22.30, in preparazione alla solennità dell’Immacolata.

Destinatari sono tutti i ragazzi dei gruppi formativi dell’Oratorio, dalle medie fino al triennio delle superiori.

Il programma è semplice, articolato intorno ad un momento di gioco e di lavoro, perché le attività di gioco proposte ai ragazzi (tenendo ovviamente conto delle diverse età) sono orientate alla decorazione dei locali dell’Oratorio, di modo che tutti ci si diverta facendo qualcosa di bello per gli altri

Dopo la cena insieme, offerta dalla Casa Salesiana, la serata proseguirà offrendo ai ragazzi varie opzioni, dalla possibilità di rilassarsi vedendo un film a vari tornei organizzati, con gli intramontabili calcio balilla e ping pong fino ai più dinamici Jenga e Shanghai giganti, passando per il Forza 4 gigante e tanti altri giochi da Ludoteca!

Il tutto si concluderà con la preghiera dell’Ave Maria e un pensiero di buonanotte perché, come diceva don Bosco, “ha fatto tutto Lei!” e ci lasceremo dandoci l’appuntamento alla Messa dell’indomani mattina, festa per tutta la comunità parrocchiale.

Mostra antologica in occasione dell’Open Day della Formazione Professionale

In occasione dell’ultima giornata dell’ Open Day di sabato 14 dicembre, che si terrà presso il Centro di Formazione Professionale di Vercelli, sarà allestita una mostra antologica intitolata “IL DON BOSCO A VERCELLI” – una mostra fotografica dal 1900 ad oggi. Le giornate di Open Day si terranno anche il 7 e l’8 dicembre (clicca qui per saperne di più). A seguire, l’articolo proveniente da infovercelli24.it con la notizia completa:

Grande fermento al centro di formazione professionale Don Bosco di Vercelli dove sabato 14 dicembre 2019 è previsto un rivoluzionario open day rivolto a famiglie e giovani che coinvolgerà tantissime realtà vercellesi e del circondario. In tale occasione si potrà incontrare i formatori e visitare tutti gli ambienti dell’istituto che vanta decenni di attività.

Ma la novità più importante consiste nel fatto che a corollario dell’open day sarà allestita una mostra antologica intitolata “IL DON BOSCO A VERCELLI”.

Gli stand, realizzati in collaborazione con gli allievi del centro, ospiteranno una mostra fotografica dal 1900 ad oggi: un angolo dedicato al cinema arricchito dal manifesto originale del film “Don Bosco” del 1935, immagini storiche recuperate presso gli archivi del giornale “la Sesia”, sezioni dedicate alla falegnameria, alla rivoluzione industriale, alla meccanica e all’acconciatura. Il tutto condito dall’aggiunta di curiosi reperti provenienti da collezioni private e tante altre preziose chicche. Addirittura faranno bella mostra di sé tanti autoveicoli storici industriali e non legati al settore automotive.

“Sarà l’occasione- dice Don Gabriele Maglietta direttore del centro di Vercelli – di proiettarsi verso il futuro dando uno sguardo al passato che tanto contribuì alla formazione di migliaia di nostri allievi”

“Un particolare ringraziamento – aggiunge Flavio Ardissone, volto conosciuto a Vercelli per le sue molteplici attività nel campo dello spettacolo e tuttora insegnante e responsabile marketing del CFP- va rivolto ai nostri allievi ed ex-allievi, alle loro famiglie e a tantissime realtà aziendali locali amiche del Don Bosco che con entusiasmo hanno contribuito alla realizzazione di questo grande evento”.

La mostra sarà aperta a tutti in anteprima presso l’istituto salesiano sabato 7 dicembre dalle 16.00 alle 18.00 e domenica 8 dicembre dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00, oltre chiaramente il sabato successivo in occasione dell’open day.

Davide Ciceri è il nuovo presidente degli “Ex Allievi Salesiani” di Trino

Cambia il presidente per gli Ex Allievi dei Salesiani di Trino in provincia di Vercelli. La nuova carica va in mano a Davide Ciceri. Si riporta di seguito la notizia pubblicata ieri 11 novembre da NotiziaOggi Vercelli.

SUCCEDE A GIANNI TAVANO «L ‘ associazione fa da sempre parte della mia vita» Ex Allievi Salesiani : Ciceri presidente

TRINO (crx) Davide Ciceriè il nuovo presidente degli ” Ex Allievi Salesiani” di Trino. Ha raccolto il testimone da Gianni Tavano.

«Don Bosco e i salesiani – racconta Ciceri, che è anche presidente del Nuovo Comitato del Carnevale-, sono da sempre parte della mia vita. Mi ha fatto un enorme piacere quando Gianni mi ha cercato e chiesto di succedergli alla guida degli Ex Allievi. Ringrazio Tavano per la fiducia, certo che continuerà a darmi una mano. Ho esordito in occasione del Rosario in Piazza del 1°novembre. Stiamo già organizzando le iniziative per il mese di dicembre. Organizzeremo delle visite, per augurare buone feste agli Ex allievi che sono ricoverati nelle case di riposo della zona e andremo a Torino a trovare i salesiani. Anticipo che il prossimo 31 dicembre, ci sarà una grande Messa, alla chiesa del Sacro Cuore, con la benedizione del pane e la sera, in pullman ci recheremo a Torino per la Messa delle 18.30 nella chiesa di Maria Ausiliatrice. A seguire andremo a cena con don Jacek. Ringrazio tutti per il sostegno, in particolare il gruppo con cui lavoro tutti i gironi in oratorio: Mariuccia Demaria, Mariuccia Martinotti, Laura Zecchina to, Adelaide Leoni, Elisabetta Ranaboldo, Claudio Cavagliano, Rita Meo e tutti gli Ex Allievi, miei carissimi amici, Gianni Tavano in particolare».

Puoi essere santo #lìdovesei: il gruppo triennio in cammino

Puoi essere santo #lìdovesei. È questo il tema della proposta pastorale salesiana per l’anno 2019/2020. Presso l’Oratorio Belvedere di Vercelli, nel mese di ottobre, i gruppi “biennio” e “triennio” delle scuole superiori hanno iniziato il loro percorso formativo accompagnati dai loro animatori. Ogni mese i ragazzi “incontreranno” una beatitudine attraverso momenti di condivisione, riflessione personale, testimonianze e giochi.

I ragazzi con la loro gioiosa presenza stanno dimostrando di apprezzare la proposta formativa e ogni incontro è prezioso per poter comprendere sempre di più che ognuno di loro (ognuno di noi) ha tutte le carte in regola per essere santo, che ognuno è chiamato ad esserlo a partire dalla sua situazione sociale e economica, dal suo ruolo, dalle sue fragilità, dalla sua salute, nella quotidianità, “#lìdovesei”.

La prima beatitudine “incontrata” dai ragazzi del biennio è stata “Beati i poveri in spirito perché di essi è il regno dei cieli” ed è stato proposto il tema “ricchezza e povertà”. Dapprima i ragazzi hanno intervistato i vercellesi ponendo loro domande su questo tema. Successivamente, dopo la restituzione dei risultati e dopo un breve approfondimento, agli stessi ragazzi è stato chiesto di rispondere alle medesime domande.

Si rifletterà sulla successiva beatitudine “Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati” prestando attenzione al tema della depressione e accogliendo una testimonianza. Il cammino proseguirà incontrando le altre beatitudini! Inoltre grazie alla disponibilità di alcuni “ospiti” ci saranno dei momenti in cui i ragazzi potranno conoscere meglio la figura e l’opera di Don Bosco.

I ragazzi del triennio si incontrano di venerdì dalle 18 alle 19.30. Chi volesse inserirsi nei gruppi è il benvenuto.

Festa Patronale Sacro Cuore di Gesù 2019

Domenica 2 giugno la Comunità apre il mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù con la celebrazione della Festa Patronale, occasione di indubbio valore per la crescita della vita comunitaria sia a livello religioso che a livello sociale. Per questi motivi la Festa si prolungherà lungo tutto il mese con diversi appuntamenti. La nostra Comunità Parrocchiale è sotto il patrocinio del Sacro Cuore di Gesù che festeggeremo liturgicamente il prossimo 28 giugno.

In effetti, dalla locandina che pubblicizza l’evento, si ricava con ogni evidenza che i momenti celebrativi religiosi si alternano a proposte di aggregazione sociale e festaiola. Creando l’incontro tra le persone, la festa permette di entrare in relazione con gli altri, di conoscere e farsi conoscere, e di arrivare anche al superamento di pregiudizi ingiustificati.

Da ultimo il GRAZIE sincero e riconoscente agli organizzatori e ai loro collaboratori.

 

A Vercelli è tempo di formazione per i giovani della diocesi

Altro che giovani pigri! Oltre 250 animatori provenienti dagli oratori della diocesi si sono radunati all’oratorio Sacro Cuore di Vercelli per alcune attività di formazione in vista dell’ormai prossima estate ragazzi.

L’iniziativa, promossa dall’ufficio di pastorale giovanile della diocesi di Vercelli, si è svolta in tre serate differenti, nelle quali i ragazzi, non solo si sono confrontati su diversi argomenti, ma anche condiviso momenti di convivialità e di divertimento.

Gli animatori si sono visti impegnati nell’attività di simulazione delle dinamiche che dovranno affrontare durante le calde giornate di animazione estiva. Con un gioco di ruolo, i giovani si sono immedesimati nei panni dei loro animati, cercando di capire le emozioni che quest’ultimi possono provare. In particolare, hanno riflettuto sul conflitto, declinato nelle varie modalità.

Istruttive e divertenti, le serate si sono concluse nel migliore dei modi con un momento di confronto e di preghiera tutti insieme, con i giovani molto soddisfatti come anche gli organizzatori!

E’ tempo di centro estivo!

Come ogni anno viene organizzato il centro estivo che si divide in oratorio estivo e settembre ragazzi.

L’oratorio estivo prevede come utenti bambini/ragazzi dalla prima elementare fino alla terza media e inizierà il 10 giugno fino il 19 luglio. Le giornate hanno inizio alle 7:30 del mattino fino alle ore 17. Per venire incontro a problemi lavorativi dei genitori, l’oratorio rimarrà aperto fino alle ore 19. Tutto questo dal lunedì al venerdì.

Durante la giornata in oratorio ci saranno attività organizzate (laboratori, grandi giochi, animation show, compiti, feste, giochi e tornei) con eccezione di due giorni: il mercoledì tutti in piscina e il venerdì giornata dedicata a fantastiche gite! Nei giorni di gita l’oratorio rimarrà chiuso!

Il pranzo potrà essere consumato in mensa con la possibilità di usufruire del buono pasto, il menù del giorno verrà comunicato a inizio settimana ed esposto sulla bacheca all’entrata dell’oratorio.  Per coloro che frequentano la scuola media ci saranno attività special in determinati giorni.

Il settembre ragazzi si svolgerà invece dal 26 agosto al 6 settembre e come l’oratorio estivo, prevede gli stessi orari, gli stessi giorni settimanali e anche le stesse attività. 

Se siete interessati a tutto questo, l‘iscrizione potrà avvenire in oratorio a partire dal 13 maggio dalle ore 17 alle ore 19 e potrete avere maggiori informazioni al numero 3884544107 oppure sul sito www.salesianivercelli.it

Vi aspettiamo!

 

Appuntamento missionario – Oratorio Belvedere

Domenica 19 maggio, dopo la S. Messa delle 10.30, ci mettiamo in ascolto delle testimonianze del gruppo formato da sei giovani fra i 20 e i 24 anni provenienti dagli oratori della nostra Ispettoria che quest’estate partirà per l’esperienza missionaria in Nigeria; tra loro volti conosciuti: don Theo, che per due anni è stato con noi in Oratorio, ed Alessandro Basso SdB che dalla scorsa estate lavora con noi nelle attività dell’oratorio.

Ci mettiamo in ascolto: come Maria vogliamo custodire ed accompagnare l’esperienza di questi giovani che vivranno il loro Eccomi, la loro risposta ad essere testimoni, missionari, nel quotidiano. Non mancherà l’occasione per sostenere il loro viaggio e le loro attività ad Akure acquistando le magliette preparate per l’occasione!

E per finire…un buon aperitivo tutti insieme! Che dire dunque….non potete mancare! Vi aspettiamo!

Via Crucis con i gruppi della Catechesi

Una Via Crucis dialogata tra i bambini e i loro genitori quella proposta dalle catechiste la sera del 5 aprile a bambini e ragazzi.
Sei tappe in compagnia di un cubo sulle cui facce ogni partecipante ha potuto applicare la scena raffigurante il mistero che, ad ogni fermata, veniva proposto alla meditazione.

Lavarsi le mani come Pilato, fissare su cartellone post it colorati, introdurre nel gruppo l’icona di Maria, donare qualche alimento da destinare a chi non sta così bene come noi, innalzare una croce e introdurre la sagoma di un angelo sono stati gesti significativi che hanno aiutato a percepire maggiormente il messaggio proposto alla riflessione dei singoli.
Canti appropriati, proposti dal coro, hanno favorito la creazione del clima di preghiera e di meditazione necessario per favorire la partecipazione personale e convinta al rito.

Scopri di più:

GooglePhoto
Pagina Facebook

 

Esercizi spirituali all’oratorio Belvedere

Una delle frasi che don Bosco spesso ripeteva ai suoi giovani era: 

Bisogna darsi a Dio per tempo

rinnovando costantemente questa offerta di sé con l’avanzare della propria vita. Per Don Bosco, “Onesti cittadini” non poteva essere disgiunto dal “Buoni cristiani”. Non stupisce che per questo continuo crescere nella vita, e specialmente nella vita cristiana, egli proponesse, oltre ad un impegno quotidiano di preghiera e di vita sacramentale, anche i ritiri e gli esercizi spirituali, proposti in un primo tempo solo ai suoi salesiani, ma poi proposti e offerti anche ai giovani e a tutti coloro che si ritrovavano nella sua spiritualità. 

Che cosa era per lui questa esperienza?

Un’affascinante avventura alla scoperta di un’identità cristiana personale e di una vita nuova.

Don Bosco non aveva paura di chiedere troppo, proponendo questa esperienza ai giovani e ai non più giovani. Era fermamente convinto che bisogna puntare in alto per arrivare a Dio.  Egli propone gli esercizi spirituali e i momenti di ritiro a tutti, ma soprattutto a coloro che hanno voglia di andare oltre, in profondità.

Sollecitati dal nostro Padre, anche all’Oratorio Belvedere offriamo un momento d’intimità con Dio, di ascolto della sua parola, d’interiorizzazione; un’occasione favorevole per la verifica della propria vita, per la messa a fuoco delle cose che contano e dei problemi, per il discernimento dei cammini da intraprendere, per la conversione e l’impegno, rinforzando lo spirito che può perdere colpi.

Tre mattinate del Triduo Pasquale, con un corollario pomeridiano il Venerdì Santo, accompagnati dall’assicurazione di don Bosco che “è una gran fortuna il poter fare gli esercizi perché in essi si può guadagnare il paradiso”.